Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2022

Il filosofo che ragionava sulle favole

  Secondo una segreta e antica genealogia , "il dio " genera l'eroe , questi genera il creatore di favole (il "favolista"), ed è quest'ultimo infine che   genera il filosofo . È ciò che ci ricorda, sulle tracce di Socrate, Michel Serres, filosofo libero da schemi e amante delle favole. È per questo che, a suo parere, la verità discende dalla " pietas ", dal coraggio e dalla bellezza . Quando, verso la fine della sua vita, in "quei momenti in cui nessuno mente", egli scrive " ragiono sulle favole che cantano al mio posto", il filosofo, ancora sull'esempio di Socrate , completa  una sorta di somma finale della conoscenza e della vita tra ragione , mito e musica . Noi sappiamo, però, che il ragionare sulle favole , a partire da quelle degli amati  Esopo e La Fontaine , non ha mai smesso di accompagnare Michel Serres, nelle diverse fasi della sua avventura intellettuale. In effetti, a partire dal suo insegnamento a S