Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

Diario di un politico del Seicento

La vera grande arte è quella di governare gli uomini. Il valore  di questa antica sentenza si impone con evidenza alla mente di un politic o del seicento. Un periodo peraltro nel quale si consolida la fase matura del nuovo stato moderno. Questo fatto spiega il desiderio di appropriarsi delle conoscenze, delle abilità  e delle competenze necessarie a un politico . A prescindere dalle motivazioni, quali la ricerca della carriera, la corsa al potere o il servizio dello Stato, che potevano spingere verso l’impegno politico , in quei tempi. Ad “ istruire” i politic i mira appunto il Breviario dei Politici , opera attribuita all’ispirazione di Mazzarino.  Ed è senz’altro interessante e intricante, ancora oggi, addentrarsi nella mente del politico autore del Breviario , navigando tra istruzioni e consigli che egli offre a se stesso e a chiunque svolga la funzione politica, sia che lo faccia per scelta che per condizione sociale. Del resto è ugualmente illuminante e intrican