Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

"Prendi e leggi!"

"Che strani libri leggi!" , comment ò , molti anni fa, un mio amico, guardando i titoli di un paio di libri, sulla mia scrivania. Sul momento non feci molto caso a quel commento: in fondo si trattava di libri di saggistica (antropologia, epistemologia, storia delle mentalit à ) e io pensai che fosse la solita reazione che un lettore di narrativa ha nei confronti di testi di saggistica , ritenuti troppo astratti o addirittura "astrusi". Devo dire per ò che sono grato a quell'amico, perch é quel suo commento mi è rimasto nella mente e ogni tanto si è rifatto vivo e mi ha costretto a pensare, e a chiedermi: ma, in realt à , cosa ci spinge a scegliere di leggere un libro pi ù che un altro? Ovviamente, al di l à delle scelte - quasi forzate - dovute a motivi professionali, scolastici, ecc. Quando ci troviamo in una libreria o in una biblioteca, di fronte a titoli diversi, cosa ci spinge in un senso o nell'altro? Certo, peser à anche l'eco di u