Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

Uno Young Pope per Paolo Sorrentino

Cominciamo con il sottolineare un fenomeno apparentemente paradossale, di cui anche The Young Popeè un segno: in tempi di "eclissi del sacro", di chiese vuote e di marginalizzazione della religione nella coscienza comune, assistiamo a un moltiplicarsi della presenza del fatto religioso in romanzi, film, serie tv. Basta girare per le grandi librerie, guardare più spesso film di ogni genere e anche serie televisive per rendersene conto. Penso che questo fatto dia da pensare. Al punto che, se fossi responsabile della formazione del clero, obbligherei papi, vescovi, cardinali, preti e religiosi a informarsi e conoscere molto di più tutti quei prodotti culturali, e a studiarli confrontandosi con essi. Credo che quei romanzi e quei film potebberofungere danecessariocontrocanto oltre che da specchio nella ricerca del loro rapporto con il mondo attuale. Li aiuterebbe a capire, per esempio, cosa manca loro, "cosa hanno dimenticato", domanda che torna in maniera prepotente…