Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Le vacanze come stati dell'anima

Molti avranno sperimentato quella specie di euforia e senso di liberazione che accompagna spesso la "partenza" per un luogo di vacanza. Ma non so se quelle stesse persone hanno mai riflettuto sul fatto che, il più delle volte, anche il "ritorno" a casa, non solo quando la vacanza si protrae per diverse settimane, è accompagnato da sensazioni che hanno a che fare anch'esse con desiderio e piacere.  Apparentemente sembra un paradosso! Sembra quasi che il partire, l'andare via, riceva il suo significato dal ritornare al punto di partenza! E viceversa. Non vi pare strano? E se la "vacanza" fosse, prima di tutto, la "conquista" di uno stato dell'anima? Prima che un tempo "aggiunto", o un luogo diverso? Se la vacanza fosse come un momento di "cesura" del tempo in cui il tempo ordinario viene, per così dire, "disconnesso", per poter essere osservato e rivissuto, "sommariamente", e trasformato dall…