Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2014

SENSO E NON SENSO

Mi trovo spesso a riflettere, in questo periodo dell'anno, sul “senso di ricorrenze come il Natale, sempre più superficiale fenomeno folkloristico senz’anima, non solo per coloro i quali escludono ogni considerazione per i valori religiosi, ma anche per molti di quelli che si definiscono religiosi o credenti.
Il fatto non pare molto normale, dal momento che, tutti, tra l’altro, contiamo i secoli, i nostri anni e i nostri giorni, a partire proprio dall'evento ricordato dal Natale. Quell’evento, quindi, sotto certi aspetti, ha contribuito a definire la nostra identità, individuale e collettiva. Dovremmo allora pensare che quello svuotamento di senso, a cui facevo riferimento, è il prodotto di una disgregazione della memoria storica? O, potremmo dire meglio, è l’effetto di una inabilità progressiva ad assumersi il compito umano di rispondere alle voci e alle domande lasciate aperte dall'incalcolabile numero di gente che ci ha preceduto, la cui eco continua a risuonare nel pr…