Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Tempo di ripensamenti

C'è un concetto, espresso da papa Francesco, in interviste o discorsi, che fa riflettere, che potrebbe far riflettere. Si tratta dell'idea secondo cui oggi occorrerebbe rielaborare tutto il pensiero (non solo teologico) a partire dalle periferie del mondo, a partire dagli "altri", da quelli che non hanno una vita e non hanno voce. Probabilmente, è tutta qui la "novità" e la "sfida" di questo papa. È da qui, e non tanto dal suo parlare di povertà, di chiesa povera o di riforma delle sue strutture, che si originano le motivazioni profonde di alcune forme, palesi o sotterranee, di preoccupazione e di opposizione alla sua linea, che emergono non solo in grossi centri del potere mondiale (è stato già accusato di "comunismo", in America!), ma anche all'interno della "sua" Chiesa. Si pensi, del resto, che la semplice, e più innocua, parola "aggiornamento" pronunciata circa 50 anni fa da papa Giovanni XXIII, fece spuntare…