Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

La "struttura che connette"

Come è strano, a volte, il nostro rapporto con alcuni libri, soprattutto quelli che abbiamo amato o che amiamo! Sembra quasi che spesso quei libri si comportino come scomodi testimoni o come petulanti questuanti! O come certe persone, magari conosciute tanto tempo prima ma dimenticate, che quando ti incontrano cercano insistentemente di farsi riconoscere. O come certi rimpianti che non cessano di occuparti la coscienza. O come un amante trascurato, e ostinato, che nei modi più imprevedibili, sta lì a ripeterti: “io sono qui e aspetto!”; a cui magari segue un  “dobbiamo vederci adesso…ho qualcosa da dirti!” Chissà se capita anche a voi quello che è capitato a me. Mi rivolgo soprattutto agli amanti della lettura. Mi trovavo a casa di un’amica e guardavo distrattamente i libri messi in fila sui suoi scaffali. A un certo punto ho notato un libro di Gregory e Mary CatherineBateson, un vecchio libro pubblicato nella elegante collana Biblioteca di Adelphi. Un libro che anch’io avevo acquist…