domenica 12 luglio 2009

Le fragili stagioni dell'amore. C'è ancora spazio per pensare oggi laicamente l'amore?

Percorsi, ferimenti, cercatori, deserti.
Percorsi: "quando l'amore era un dio"
Eva Cantarella, L'amore è un Dio, Feltrinelli 2007, racconta l'Eros e la polis, le figure mitologiche e archetipiche dell'esperienza umana dell'amore, "quando la passione confondeva il cielo e la terra", quando tutto è cominciato.
Ferimenti: "il potere dell'Amore"
Nadia Fusini, L'amore necessario, Mondadori 2008, racconta storie di donne che soffrono, attraverso un'analisi del potere di Amore, il dio che imprigiona e scuote ma non cessa di ammaliare.Una speranza?
Cercatori e deserti: cercare ancora?
Emozioni di un cercatore senza mappe
Ti ho cercato
randagio
nei vicoli dei miei anni

Ti ho cercato
ansimante
nei sogni delle mie notti

Ti ho cercato
attento
nei volti delle mie donne


Ti ho cercato
disperato
nelle pieghe dei miei pensieri


Ti ho cercato
solitario
negli echi del mio silenzio

Ti ho cercato
furioso
nei brandelli delle mie esperienze

Ti ho trovato
solo attimo di realtà
nei miraggi del mio deserto! (Pimades 1989)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Quale miglior inizio di settimana iniziare la giornata con la sorpresa di questo blog?
E' una piacevole emozione ritrovare quei temi cari solo apparentemente assopiti o inabbissati nel rumore della quotidianeità.
Un abbraccio,
Luigi V.

Anonimo ha detto...

Emozionanti le anelanti parole del "cercatore senza mappe". Grazie. Ho visitato il sito "la poesia e lo spirito" e l'ho trovato ricco ed interessante. Mi piacerebbe essere a Roma il 15 Luglio per il sit-in per la scuola davanti al Parlamento (piede permettendo. Penso che questo In-crocivie sarà una "fertile avventura" per molti. Vi troveremo molta "merce fina". Buon domani. Pina

La preghiera del mattino di Hegel

In una sua annotazione molto famosa, Hegel sostiene che la lettura del giornale è la nuova preghiera del mattino dell’uomo moderno. Certo...